VAL DI SUSA, BLITZ DELLA POLIZIA PER GLI SCONTRI DI LUGLIO. 26 ARRESTI

Sono arrivati questa mattina gli arresti per i manifestanti No Tav che lo scorso luglio causarono scontri con le forze dell’ordine in presidio a Chiomonte. All’alba la polizia ha dato il via ad un blitz che era già annunciato e che ha portato a 26 richieste di custodia cautelare, un arresto domiciliare e 15 obblighi di dimora. Le accuse formulate dai pm che hanno seguito le indagini sono di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesione e danneggiamenti in concorso aggravati.

Il blitz rappresenta un colpo duro al movimento No Tav ma anche a quella anarchico: figurano tra i nomi diverse persone di spicco e un ex brigatista, Paolo Maurizio Ferrari. A finire sotto accusa anche il centro sociale di Torino Askatasuna, reo di essere il braccio operativo del movimento contro l’alta velocità. In manette è finito il leader del centro, Giorgio Rossetti. Il blitz della polizia è ancora in corso.

Be Sociable, Share!

Categoria: CronacaItaliaNews

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.