SCIOPERO DEI TRASPORTI, LUNEDI’ 7 NOVEMBRE A RISCHIO TRAM, METRO E BUS

Si prospetta una settimana difficile per i pendolari romani. Il 7 novembre ci saranno due proteste che metteranno a rischio le corse del servizio di trasporto pubblico locale. Nella giornata di lunedì prossimo è previsto uno sciopero nazionale di 24 ore, l’altro  locale di 4 ore. “La protesta, indetta da USB (Unione Sindacale di Base) Lavoro privato – Comparto trasporti, si svolgerà dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio e coinvolgerà i lavoratori Atac, Cotral, Roma Tpl e Roma Servizi per la Mobilità”, ha reso noto l’Agenzia per la Mobilità.

“Per l’intera giornata, quindi, saranno a rischio bus, tram, metro e le ferrovie urbane Roma Lido, Termini Giardinetti e Roma Civita-Castellana Viterbo – si legge ancora nel comunicato stampa - le 73 linee periferiche e notturne gestite da Roma Tpl e i collegamenti regionali della Cotral. Nella protesta è coinvolto il personale viaggiante e interno, compresi gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio, addetti ai parcheggi, ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie. Sono esclusi dallo sciopero portieri, guardiani, addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza compresi quelli delle metropolitane. La protesta si svolgerà nel rispetto delle fasce di garanzia. Saranno possibili disagi, per chi utilizza i mezzi pubblici, già dalla notte tra domenica e lunedì. Sempre lunedì, è in programma lo sciopero locale di 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30 indetto dalla Faisa – Cisal. Lo sciopero era stato proclamato per il 4 novembre e in un secondo momento differito al 7″.

Be Sociable, Share!

Categoria: AttualitàNewsRomaTrasporto Pubblico

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.