PORTA FUTURO, ZINGARETTI NON RISPONDE SUI COSTI DELLA GESTIONE

Porta Futuro è uno spazio pensato dalla Provincia di Roma per “l’orientamento, la formazione e il lavoro” un progetto che nasce a luglio e che dovrebbe aiutare i cittadini romani a “trovare lavoro più velocemente, indirizzandoli attraverso le attività più adatte in base ai propri talenti, competenze e interessi”.

In realtà già da novembre il consigliere provinciale Francesco Petrocchi aveva inviato una interrogazione, e contestuale richiesta di atti, in merito ad alcuni aspetti economici e organizzativi di questo progetto.

Petrocchi, infatti, chiedeva delucidazioni al Presidente della Provincia Nicola Zingaretti e all’Assessore alle Politiche del Lavoro e Formazione, Massimiliano Smeriglio, in merito ai costi dell’allestimento di Porta Futuro e ai costi di gestione/fitti passivi e chiedeva di sapere quali fossero i nominativi dei manager ed esperti esterni non dipendenti dell’amministrazione e il criterio di assunzione dei dipendenti che prestano servizio presso Porta Futuro. Petrocchi inoltre chiedeva di essere informato a proposito della scelta della composizione delle commissioni che valuteranno i curricula per i n°101 posti di selezione di cui tratta il Messaggero del 10/11/02011 e quali saranno i criteri, le modalità di pubblicazione delle successive graduatorie.

Ad oggi nessuna risposta è arrivata in merito agli argomenti di cui Petrocchi chiedeva spiegazione anche se vi un articolo – art.43 c.3 T.U. 267/2000 – che obbliga il Presidente della Provincia e a rispondere alle interrogazioni antro 30 giorni.

Be Sociable, Share!

Categoria: La ProvinciaRoma

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.