CULTURA, GASPERINI: LE CASE DI OTTO SANTI APERTE AL PUBBLICO PER UN MESE

Saranno aperte al pubblico le Case di otto Santi nella Capitale. Un itinerario affascinante viene messo a disposizione di turisti e cittadini. Ad aprire le loro porte saranno le case di S. Antonio M. Zaccaria; S. Camillo de Lellis; S. Carlo da Sezze; S. Felice da Cantalice; S. Giovanni Leonardi; S. Giuseppe Calasanzio; S. Ignazio di Loyola; S. Leonardo da Porto Maurizio, che hanno vissuto tra il 1500 e il 1700. I giorni della settimana in cui sarà possibile visitare queste strutture saranno venerdì, sabato e domenica. Si tratta di un’opportunità da cogliere al volo. Le visite saranno possibili  per la durata di un mese, a partire dal 25 maggio e fino al 23 giugno. Sono previste visite guidate gratuite oltre a conferenze a tema, in diversi luoghi simbolo del turismo religioso.
“L’iniziativa – spiega in una nota l’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico Dino Gasperini – mette in relazione due secoli di rapporti tra la storia della Chiesa e della Città che passano attraverso i Santi. E’ il racconto di una storia popolare, quotidiana in cui le chiese tornano ad essere la mappa della città e un percorso tra i secoli. Il centro storico di Roma ritrova la sua vocazione di santuario a cielo aperto. Si pone l’attenzione sull’aspetto umano del sacro: i Santi colti nella loro quotidianità. Sette Ordini Religiosi, sette Santi possono essere conosciuti in un percorso nella Roma cristiana visitando le loro Case, accanto ad opere d’arte meravigliose e poco note. Al Centro culturale Ara Coeli va il merito di aver messo in sinergia i sette ordini religiosi e aver aperto le Case dei Santi. È un’iniziativa che ripeteremo anche in futuro facendo vivere un itinerario religioso, artistico e culturale di rara bellezza e suggestione”.
Be Sociable, Share!

Categoria: EventiLa CapitaleNewsNews dal ComuneNews MunicipiRoma

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.