COMUNE DI ROMA, DAL 2014 ALL’ASTA 597 IMMOBILI RESIDENZIALI E NON

romaDal 2014, saranno ben 597 gli immobili che il Comune di Roma metterà all’asta. La delibera, già approvata dalla giunta, è arrivata oggi in commissione Patrimonio e stabilisce la dismissione delle unità immobiliari, che si dividono in 295 residenziali e 302 non residenziali.

Il provvedimento dovrebbe ora arrivare in Assemblea capitolina per il via libera definitivo entro l’anno. Una volta terminato l’iter, gli uffici comunali procederanno all’organizzazione delle procedure di gara che potrebbero partire nel giro di un mese dall’approvazione della delibera, quindi nei primi mesi del 2014.

La somma che l’amministrazione comunale prevede di incassare è pari a 247 milioni di euro. Con la vendita il Campidoglio spera di ricavare risorse sufficienti a mettere in campo un Piano di housing sociale per fronteggiare l’emergenza casa nella Capitale facendo leva su risorse “nuove”.

Al momento gli immobili residenziali che il Campidoglio vuole vendere sono affittati mediamente a 200 euro al mese e producono un reddito pari a circa 60mila euro l’anno. Quelli non residenziali sono affittati a circa 4-500 euro l’uno e producono un reddito annuo complessivo di circa 130mila euro.

Le aste che il Campidoglio bandirà saranno di due tipi: quelle per la dismissione degli immobili residenziali, sui quali gli inquilini eventualmente residenti avranno diritto di prelazione con clausole di salvaguardia per le famiglie a basso reddito, e quelle per la cessione degli immobili non residenziali, che saranno direttamente venduti al miglior offerente.

Entrando nel dettaglio dell’elenco di immobili, tra i residenziali figurano almeno una decina di appartamenti tra il Colosseo, rione Trevi e Monti. Una ventina a Trastevere, tra cui i noti vicoli della movida romana come vicolo del Bologna, via Benedetta, via del Politeama. Ci sono poi una cinquantina di appartamenti su via Giolitti e dintorni oltre a varie unità immobiliari alla Camilluccia, sull’Aurelia, nel quartiere Prati (una decina gli appartamenti in vendita a piazza Mazzini), fino a quartieri più periferici come via della Magliana, via Borghesiana, corso Francia, Settecamini, Ostiense e San Giovanni. Tra i non residenziali, qualche decina di negozi e uffici sempre in zona Giolitti, unità immobiliari in zona Prati, Borgo Pio, Giubbonari, Monteverde e quasi un centinaio di immobili ad uso commerciale/uffici in zona Collatino-Portonaccio (via Sebastiano satta, via Tommaso Smith e piazza Crivelli prevalentemente).

Be Sociable, Share!

Categoria: In Primo PianoLa CapitaleNews

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.