AMA, IL PRESIDENTE BENVENUTI REGALA 100 LIBRI AI DETENUTI DI REGINA COELI

Ieri pmeriggio il presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti ha regalato ai detenuti di Regina Coeli 100 libri (oltre a 50 panettoni). Alla visita hanno partecipato anche Isabella Rauti, Consigliere della Regione Lazio e componente dell’Ufficio di Presidenza, e Chiara Colosimo, Vicepresidente della Commissione Lavori Pubblici e Politica della Casa della Regione Lazio.

Lo rende noto l’ufficio stampa di Ama tramite un comunicato. “Si tratta di una parte dei testi raccolti durante l’iniziativa Ri-Leggo – si legge nella nota -, promossa da Ama e Roma Capitale in collaborazione con l’associazione culturale “Hola” e con il patrocinio delle Biblioteche di Roma nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, attraverso la quale, nello scorso novembre, numerosi romani hanno consegnato libri (fumetti, romanzi, saggi, raccolta di poesie, ecc.) ancora in buono stato per essere, poi, destinati alle biblioteche e ai centri specializzati del circuito Biblioteche di Roma oppure ridistribuiti durante iniziative eco-solidali”.

Soddisfazione si legge nelle paroledel presidente Ama. “Un’iniziativa fortemente voluta dall’Azienda che ha trovato la piena disponibilità dei responsabili della struttura carceraria – ha dichiarato Benvenuti -. Queste occasioni sono la testimonianza che grazie alla collaborazione tra istituzioni e cittadini è possibile realizzare iniziative di alto valore sociale. Libri, ormai destinati al macero o abbandonati in qualche cantina, possono così rivivere nelle mani di altri lettori in uno spirito eco-solidale”.

I Consiglieri regionali Rauti e Colosimo hanno parlato dei problemi del penitenziario. Per loro “le criticità del carcere di Regina Coeli sono il sovraffollamento, i problemi di organico della polizia penitenziaria e i problemi di gestione ordinaria e straordinaria e di manutenzione della struttura dovuti a un edificio ormai datato. Il carcere sconta la sua vocazione di casa circondariale il che non consente attività trattamentali di lunga durata e quindi di lavoro e reinserimento nella società. Tra i molteplici problemi presenti, però, spunta come un fiore all’occhiello la biblioteca ‘Lo scalino’, convenzionata con il circuito ‘Biblioteche di Roma’, che conta ben 4.000 volumi, molti dei quali anche in lingue straniere, una sala multimediale e una sala proiezioni”.

Nel giorno dell’Epifania è prevista un’altra iniziativa simile nel carcere di Rebibbia.

Be Sociable, Share!

Categoria: La RegioneRoma

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.