ALEMANNO A ‘PORTA A PORTA’: GLI IMPEGNI NON BASTANO, ORA I FATTI – VIDEO

“Misure concrete necessarie per uscire da questa situazione. Gli italiani aspettano le mosse del governo ma misurano anche l’atteggiamento di ogni forza politica. Il governo deve andare avanti purchè faccia le misure promesse e vada anche oltre”. Lo ha detto il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, ospite della trasmissione ‘Porta a porta’.

Nella puntata condotta da Bruno Vespa dedicata alla politica nazionale e alla crisi europea, Alemanno ha aggiunto: “Non basta quello che è stato scritto nella lettera di Bruxelles. Bisogna fare interventi strutturali e mettere a disposizione risorse per lo sviluppo. Dobbiamo tenere in ordine i conti, ridurre il debito pubblico ma fare anche qualcosa per la crescita”.

Quanto alle risorse da trovare in tempi di crisi, il sindaco ha proposto la ricetta che prevede: “Le ricette sono di due tipi. L’intervento sulle pensioni e un altro un intervento di tipo patrimoniale, che non sia per forza una patrimoniale nel senso tradizionale del termine. Occorre spostare la tassazione sui patrimoni per dare un messaggio di equità a tutto il paese”. Inoltre, sulla patrimoniale Alemanno ha specificato che: “non si tratta di una tassa in più. Occorre introdurre una componente patrimoniale nella nostra tassazione e ridurre le tasse ai redditi dipendenti e alle imprese, è questo l’obiettivo”.

Nella sua veste di sindaco, Alemanno ha ricordato, inoltre, i pericoli della manovra economica sugli enti locali: “Il primo gennaio dell’anno prossimo, se non si interviene sulla manovra, tutti i comuni avranno congelata la possibilità di investire sul territorio a causa del patto di stabilità interno che dall’Europa al ministero dell’Economia prevede un congelamento su qualsiasi possibilità di investire”.


Be Sociable, Share!

Categoria: NewsPoliticaRoma

Tags:

RSSComments (0)

Trackback URL

I commenti sono chiusi.